Morellino di Scansano
DOC Vendemmia 2004

Origine e storia: Il sangiovese è da sempre conosciuto nella zona sud della Toscana come Morellino. Il morellino di Sccansano ha ottenuto la D.O.C. nel 1978.

Terreni: I vigneti sono situati su colline dolci ed estese con un altitudine compresa tra i 300 e 600 metri su terreni originati dal disfacimento dell’arenaria con una tessitura sabbiosa, con presenza di limo e ricca di scheletro.

Uve impiegate: 87% Sangiovese 13% Syrah. Sistema di allevamento: a spalliera.

Tecniche di produzione: L’annata 2004 è stata caratterizzata da un andamento climatico con piovosità costante e persistente e con temperature mai troppo elevate ma con un notevole sbalzo termico tra il giorno e la notte. La vendemmia ha avuto inizio la terza decade di Settembre per il Sangiovese e si è protratta fino alla prima decade di Ottobre per la raccolta della Syrah. I prodotti sono stati vinificati separatamente cercando di rispettare la particolarità delle loro caratteristiche. Tutta l’uva viene raccolta manualmente e tutte le operazioni seguenti sono volte al mantenimento della integrità degli acini che ancora interi vengono macerati per circa 6/8 giorni in contenitori di acciaio ad una temperatura di 22/25°C; successivamente il vino viene travasato in serbatoi di acciaio dove a temperatura controllata e con l’innesto di batteri selezionati si attende il termine della fermentazione malolattica. L’affinamento continua facendo sostare il vino in contenitori di acciaio dove rimane fino all’imbottigliamento. Il vino è stato imbottigliato e fatto sostare due mesi in bottiglia prima della messa in commercio.

Quantità prodotta: 20.000 bottiglie.

Parametri analitici:
Alcool 12.60 %
Zucchero residuo < 2g/l
Acidità totale 5.20 g/L
pH 3.60

 

   

Note tecniche dall'enologo
Dati organolettici
Colore: Colore rosso rubino di notevole intensità con note violacee.
Profumo: Armonico al gusto presenta intense note di frutta rossa e ciliegia.
Gusto: Rotondo ed equilibrato al gusto presenta un gradevole e delicato retrogusto di frutti di bosco.
Consumo: Questo vino che già dalla prima presentazione riesce ad impressionare positivamente il consumatore, può durare negli anni ed evolvere in maniera molto interessante. Va servito alla temperatura di 18°C in calici di grandi dimensioni direttamente dalla bottiglia. Lasciare sempre la bottiglia coricata in ambiente di cantina ad una temperatura di conservazione compresa tra i 13° e i 15°C.
Abbinamenti con cibo: Primi piatti, carni bianche, formaggi morbidi, minestre di verdure.